salpa ancora 5 - fine dei lavori


Finalmente il passaggio del salpa ancora da manuale a elettrico è finito.

Conciliare le cure necessarie a una barca di 30 anni di età con gli impegni di lavoro, di orto, d'incisione ( siamo alle porte co'i  sassi - come diciamo a livorno- la mostra da preparare) e di altri interessi che proprio non vogliamo mollare, è piuttosto difficile. Inoltre l'educazione di Alor non deve passare in secondo piano, il suo compito di futuro cane guida sarà determinante per qualcuno che non conosciamo ancora e che non immagina chi saranno i suoi nuovi occhi, ma sicuramente spera in un compagno di vita di cui fidarsi. Anche se le buone maniere in questo momento non sembrano essere per lei una priorità.


Un nostro amico, prima d'iniziare, ci ha detto: eeh cosa vuoi che sia! condivido la sua espressione se si tratta di una semplice sostituzione, cioè manuale con manuale o elettrico con elettrico, ma fare l'impianto  dal nulla, prendersi la responsabilità d'intervenire sulla coperta sapendo di non poter commettere errori  ecc ecc. richiede un bel po' d'attenzione. ( almeno è stato così per noi che non lo facciamo di mestiere).

vediamo velocemente gli ultimi passaggi.
nel gavoncino della cabina di prua abbiamo posizionato il relè.


per i collegamenti sono stati messi dei  terminali crimpati  al cavo elettrico utilizzando la speciale pinza










 la scatolina di legno fabbricata in precedenza è adesso fissata nel gavone in pozzetto. a destra il  magnetotermico da 120 A , a sinistra l'interruttore manuale per maggiore sicurezza.



Questo sotto invece è il pezzo di teak sagomato e inclinato che copre il grosso foro dal quale passava precedentemente la catena, è stato resinato e quando avremo tempo faremo le scanalature in coincidenza con i commenti della coperta e metteremo il sicaflex in modo da mimetizzarlo. quando il teak avrà raggiunto la tonalità di quello della coperta si noterà pochissimo. l'alternativa era rifare interamente il teak....sto scherzando naturalmente, la nostra coperta è già stata sostituita dai vecchi proprietari e non è un lavoro in programma nei prossimi anni...spero!!


Nel gavone di prua il nuovo tubo che "accompagna" il movimento della catena e stato posizionato calcolando il grado d'inclinazione e naturalmente resinato anche questo nel modo descritto precedentemente nei post più vecchi.



Alla fine una mano di vernice per sentine e il fissaggio definitivo del motore.


La prima prova, tutto a meraviglia. Ci voleva proprio una soddisfazione dopo tanto lavoro!



Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...