quaderni di viaggio


Ho sempre avuto un feeling particolare con la carta. Mi piace toccarla, accarezzarla e naturalmente imbrattarla. Sarà per questo piacere dei sensi che anche per i libri  ho bisogno di tenerli fisicamente in mano e probabilmente non riuscirò mai a convertirmi alla lettura in formato eBook.


La stessa sensazione la provo per i quaderni di viaggio. Questo spazio virtuale potrebbe in parte sostituirli ma per me non è la stessa cosa. Quando viaggio, che sia in barca o in qualsiasi altro modo, mi piace prendere nota di alcune cose come le impressioni e le sensazioni percepite arrivando in un luogo nuovo, collocare gli eventi temporalmente e se ho qualche momento in più fotografarlo a modo mio.


Quando anni dopo  mi capita di sfogliare uno dei miei diari tutto mi torna in mente come se fossero trascorsi solo pochi mesi. Ricordo le emozioni, lo stato d'animo di quegli attimi e riconosco le persone che ignare mi hanno fatto da modelli.

Cosi ripenso a questo pescatore che la mattina scivolava tra le cime d'ormeggio, a poppa delle nostre barche, pescando con un lungo arpione,


o a questi vicini gentili e un po' pazzi che mi piacerebbe tanto incontrare di nuovo.
















Parole e immagini scorrono pagina dopo pagina e così mi vengono in mente pomeriggi particolari altrimenti confusi con tutti gli altri





e chissà se Cristina  ricorda ancora, nitidamente come lo ricordo io, questa lunga chiacchierata che fece con una sua amica .




Ci sono state anche  situazioni particolarmente fortunate dove sono riuscita a coinvolgere qualcun'altro e a trattenere per me le loro opere. Conservo questi disegni con un affetto tutto particolare. 
Nelle prossime 3 immagini per esempio, lo stesso soggetto è stato ritratto da Diane, da Angela (che fa dei quaderni di viaggio molto carini) e infine da me in un pomeriggio tranquillo.  Fu bello allora confrontarci e constatare ridendo come la diversità delle nostre realizzazioni rispecchiasse fedelmente i nostri diversi caratteri.








Con un tempismo incredibile e sensibilità Graziella e Louis di  seasunstories.blogspot, avendo colto l'aspetto artistico di questo mio blog, mi hanno fatto un regalo che ho molto apprezzato inviandomi una mail per segnalarmi un altro blog, che avrebbe potuto interessarmi, di una coppia di giovani velisti  francesi. Bellissimi gli acquerelli di Marion attraverso i quali racconta il loro viaggio e che, se lo desiderate,  potrete vedere QUI



°°°



Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...