Il Baccalau di Kari




Tra i miei preziosi quaderni di ricette che tengo in barca è custodito molto gelosamente un foglietto scritto a mano dalla mia amica norvegese Kari. Questa è la sua ricetta per cucinare il Baccalau.



Kari è stata la nostra vicina di pontile nei 4 mesi invernali trascorsi al marina di Lefkas e cucinò per noi questo piatto, insieme a tante altre delizie,  la notte di capodanno che festeggiammo a bordo della loro barca.

In occasione di una sua successiva visita  a casa nostra ho preteso che mi desse la ricetta di quella delizia che preparò per noi.

E' una ricetta semplicissima che ha la comodità di essere più buona il giorno successivo e quindi è pratica per quando si hanno ospiti



Queste sono le quantità per 6 persone come le ha scritte Kari:
500 gr. baccalau (io lo tengo in acqua per 48 ore cambiandola molto spesso)
500 gr. potatos
200 gr. onions
1 box pelati pomodoro (150 gr.)
olio oliva
pimentos
garlic
pomodoro passata (150 gr)
olive nere


Tagliate a fette le patate, il filetto di baccalà a pezzi grandi, le cipolle e mettete tutto in un tegame capiente. Aggiungete 2 spicchi d'aglio, del peperoncino a seconda dei vostri gusti, l'olio, i pelati e la passata di pomodoro.

Cuocete coperto a fuoco lento per 45 / 60 minuti. Le patate dovranno essere morbide ma intere, lo stesso vale per il pesce. Quando mancano circa 5 minuti dalla fine cottura aggiungete delle olive nere.
Spegnere la fiamma e lasciare coperto. Se consumato subito lasciate raffreddare per qualche minuto prima di servire, altrimenti potete metterlo in frigo una volta raffreddato completamente e scaldarlo prima di servirlo in tavola il giorno successivo.


Prima di portare in tavola potete aggiungere del prezzemolo fresco tritato.

2 commenti:

  1. ohhhhhh l'hai postata! la fantasmagorica ricetta!! l'unica maniera per farmi gradire il baccalà! stupenderrimo.... lasciamelo dire!
    slurp!
    da quale baccalaro ti servi? al mercato coperto di livorno? perché anche l'ingrediente base ha la sua importanza, e io il baccalà che fai tu con questa ricetta è l'unico che abbia mai mangiato con vero, vero gusto, e lo voglio rifare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valeria, sono contenta che ti sia piaciuto e lo sarebbe anche kari, però commisi l'errore di tagliare i pezzi di pesce troppo piccoli e si sfaldarono troppo. Comunque anch'io ho iniziato a mangiare il baccalà proprio quella sera, prima non avevo mai voluto neanche assaggiarlo.
      Mercato certo! e poi ho un grande recipiente per l'ammollo e cambio l'acqua almeno 15 volte.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...