Il giardino delle rose

"Partir" - Folon 
Una  valigia contenente viaggio e  meta, la poesia di una nave a vapore e il profilo affascinante di una città che da secoli è desiderio.

Ancora pochi giorni e le terrazze colme di rose affacciate su Firenze vivranno i loro mesi più belli.
Il giardino delle rose, concepito nel 1865 dall'architetto Giuseppe Poggi, ospita dal 2011  dieci sculture in bronzo e 2 in gesso dell'artista belga Jean Michel Folon.
Le opere fanno di questo affaccio privilegiato sulla città  una passeggiata unica  in equilibrio tra sogno, leggerezza e romanticismo e che, una volta arrivati in visita nel capoluogo toscano, tutti dovrebbero inserire tra le cose da fare.




Visualizzazione ingrandita della mappa







A valle, da via dei Bastioni, l'accesso è da un piccolo cancello.
Un ettaro ricoperto da tante varietà di piante ma soprattutto di rose delle quali molte antiche.



L'Envol
25ème Pensée
Chat
Mediterranèe
Oiseau
Chat-oiseau





Vivre
Je me souviens


Anche se manca ancora qualche settimana all'esplosione di colori non posso fare a meno di pensare che il monocromatismo di questo periodo sia il modo migliore per apprezzare la poesia delle opere di Folon e, a giudicare da questa ultima foto, non sono l'unica a pensarla così. 
Ma chissà quante altre ne vedremo, quest'uomo  da sotto il suo cappello ed io, che quando ho solo il tempo di un panino vengo a mangiarlo quassù, in sua compagnia..

°°°
Il giardino è aperto al pubblico in ogni stagione dalle 9.00 del mattino al tramonto  e l'ingresso è gratuito.


Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...