volere è potere

Giovanni e Papayaga

La vela allarga l'orizzonte e se si ha la fortuna di possedere un guscio con una tela da issare viene voglia, prima o poi, di avvicinarsi a quella riga blu  per curiosare cosa ci sia da quelle parti.
Ecco che riga dopo riga pianificare un giro del mondo è inevitabile, anche se la maggior parte delle volte resta sulla carta ancorato alla cima del lavoro e degli affetti.


Giovanni è la prova  a conferma  che volere è potere.
Anche il suo obbiettivo è quello di compiere il giro del mondo in barca a vela però con un capitale contenuto, continuando a lavorare,  mantenendo gli impegni familiari, ma soprattutto con calma, godendosi ogni luogo fino a che gli piace.


Incontrammo per la prima volta  Giovanni a Lefkas, nel 2007. Stavamo ormeggiando la nostra  11.50 e il suo sorriso seguì le nostre manovre con particolare attenzione e compiacimento. In quel sorriso c'era, come scoprimmo poi, tutto il suo amore per le Alpa. Due parole in fretta, quel tanto per dirci che era di passaggio su un'altra barca e la sua Papayaga (ovviamente alpa 11.50) era salpata per il suo lungo viaggio nel 2005 ed era ai Caraibi in attesa di nuovi orizzonti da esplorare.


.Altri incontri successivi e da allora e in tutti questi anni abbiamo seguito le tappe del suo lento viaggio leggendo i diari di bordo pubblicati sul suo sito.

Qualche settimana fa tra le e-mail c'erano anche sue notizie. Papayaga che compirà 40 anni nel 2014 festeggerà attraversando il Pacifico. La partenza è programmata per aprile del prossimo anno, dopo il canale di Panama la prima sosta alle Galapagos, poi Marchesi e Tuamotu.
Per conoscere Giovanni e il suo equipaggio leggi qui



Su www.papayaga.it ci sono tutte le foto e filmati di questi anni di navigazione, i diari di bordo, ma anche i lavori di preparazione della barca.
Sarà anche possibile seguire la traversata su fb a PapayagaAroundTheWorld

°°°



Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...